FidalSardegna 2015
gonnesa corre banner partenza
  • Ultime Notizie
  • Pillole
  • Trionfo degli Atleti Afro-Maghrebini alla Gonnesa Corre.

05-07-2015 - Trionfo degli Atleti Afro-Maghrebini alla Gonnesa Corre.

Comunicato Stampa a cura Organizzazione.

 

XXX GONNESA CORRE AFRO-MAGREBINA

 Nella gara femminile vince la keniana Martha Akeno precedendo l’azzurra Anna Incerti

Tra gli uomini netto successo del magrebino Samir Jouaher su Hosea Kisorio  

Doveva essere una grande festa per il trentennale della GONNESA CORRE e cosi è stato, prima con  la grande e numerosa partecipazione, tanti tantissimi bambini e ragazzini che hanno corso su diverse distanze in base alla loro fascia d’età per il settore giovanile, poi gli amatori, quindi il gran finale con le due gare Internazionali, prima quella femminile di km 5,600 poi quella maschile di km 8,200. Nella prima netto successo per distacco della keniana Martha Akeno classe 93 precedendo la nostra Anna Incerti autrice di un bel finale staccando al penultimo giro l’altra keniana Brendah Kebeya. La gara maschile quasi una fotocopia della femminile, quando al quinto dei dieci giri ha decisamente allungato il magrebino Samir Jouaher facendo una finale solitario e lasciando il secondo arrivato il keniano Hosea Kisorio a ben 28 secondi, per una gara di soli 8 km e 200 metri non sono pochi e Jouaher inizialmente ha controllato la corsa, terzo il keniano Simon Muthoni (Run2gether) e quarto Jamel Chatbi che la sera prima aveva corso i 3000 Siepi a Ponzano Veneto.

Ordine d’arrivo maschile: 1° Jouaher (Mar) 23’44”, 2° Kisorio (Ken) 24’12”, 3° Muthoni (Ken) 24’18”, 4° Chatbi 24’25”, 5° Nhiorimbere (Bur) 24’29”, 6° Matviychuk (Ukr) 24’39”, 7° Erain (Ken) 24’44”, 8° Kosgei (Ken) 24’47”, 9° Sugut (Ken) 25’04”, 10° Chirchir (Ken) 25’24”, 11° Scaini 26’37”, 12° Carta 27’14”.

Ordine d’arrivo femminile: 1^ Akeno (Ken) 18’20”, 2^ Incerti 18’42”, 3^ Kebeya 19’07”, 4^ Maraoui 19’12”, 5^ De Soccio 19’29”, 6^ Toniolo 20’49”, 7^ Finielli 21’15”, 8^ Meloni 22’30”.

29-06-2015
  • Gonnesa - Modificato il programma della ...

Gonnesa - Modificato il programma della manifestazione. Il Nuovo Programma di gara

Il Comitato Regionale della FIdalsardegna e l'Atletica Gonnesa comunicano che per motivi organizzativi sono stati modificati alcuni orari relativi alla Gonnesa Corre in programma a Gonnesa il 4 Luglio p.v. Si allega il programma aggiornato della manifestazione

29-06-2015
  • Sestu - Camp.Prov. Esordienti. I Risulta...

Sestu - Camp.Prov. Esordienti. I Risultati

Il Comitato Regionale della FIdalsardegna comunica i risultati delle gare relative ai Campionati Provinciali su pista Esordienti che si sono svolti a Sestu sabato 27 Giugno us. Si allegano i risultati delle gare
29-06-2015
  • L’atletica dei regolamenti e quella d...

L’atletica dei regolamenti e quella del "pressappoco". di Giuseppe Spanedda

L’atletica leggera è una disciplina sportiva compiutamente regolamentata, e l’applicazione dei regolamenti, durante le gare, è demandata esclusivamente ai giudici di gara.

Il dissenso, quindi, può concernere esclusivamente l’applicazione dei regolamenti, non la validità delle norme. Al Giudice compete l’applicazione delle norme, con le funzioni giudicanti connesse; al dissenziente è concessa la possibilità di ricorso, nelle forme previste dai Regolamenti, che, a norma di Statuto, tutti coloro che sottoscrivono la richiesta di tesseramento, dichiarano di conoscere e di accettare.

E’ invalsa invece la moda di discutere sul valore delle norme e sulla loro applicabilità, sostenendo che in altre regioni si è meno puntuali, consentendo vantaggi per gli atleti. Se ciò accadesse, ma la verifica non esiste, non è mai esistita e forse non esisterà mai, mentre si assiste invece ad un passa parola con progressive deformazioni, i risultati ottenuti non potrebbero essere omologati.

Il comportamento da disonesto di taluno non autorizza tutti gli altri ad essere disonesti.

Se si vuole l’atletica senza regolamenti basta fare, come taluno fa, a meno dei giudici; se è vero che senza atleti non esiste l’atletica è altrettanto vero che senza giudici non esiste atletica controllata e certificata.

Se poi si chiede di applicare i regolamenti in maniera approssimativa o a tutela e vantaggio di taluno, chiunque sia, occorre utilizzare giudici disponibili in questa direzione, e per quanto a mia conoscenza, in Sardegna non ne esistono; io comunque, non sono tra quelli.

I tecnici, quando i loro atleti non raggiungono le performance previste o sperate, tra le altre amenità, hanno preso l’abitudine di attribuire al comportamento o alle decisioni dei giudici, il cattivo o non valido risultato.

In occasione della recente edizione dei Campionati Sardi Assoluti, che si sono svolti a Cagliari il 27 e 28 giugno, ho personalmente registrato   molte anomalie di comportamento, che denotano, oltre tutto, scarsa conoscenza dei regolamenti in vigore  e del R.T.I. in particolare.

Al tecnico di una importante società che al termine della seconda giornata di gara, con fare amicante e mostrando di fare una segnalazione corretta per evitare il ripetersi di simili errori, riportava come la gara di salto in lungo si fosse svolta completamente contro vento, vorrei consigliare di esaminare i risultati di gara: nel lungo maschile, considerando i primi otto classificati, e quindi tutti i soggetti che hanno impegnato la pedana dall’inizio alla fine, si sono effettuati 25 salti con vento favorevole e 9 salti con vento contrario; l’intensità massima del vento favorevole è stata di 3,3 metri al secondo mentre l’intensità  massima del vento contrario è stata di 1,1 metri al secondo. Nella pedana femminile 21 salti in favore di vento e 4 contro vento, 1 a vento 0, ed una intensità massima a favore di 2,3 metri al secondo ed una contraria di 0,3

Ricordando che non esiste alcuna regola che imponga ai giudici la scelta della pedana in maniera tale che il vento risulti favorevole, e che su tale decisione non hanno alcuna influenza le scelte o le richieste dei tecnici o degli atleti, nonostante le infondate convinzioni di tanti,   resta la considerazione che l’affermazione del tecnico non solo era infondata, ma assolutamente falsa se non in malafede.

La gara dei metri 800 maschili ha visto la suddivisione degli atleti in due serie, come previsto dal R.T.; nella prima serie gli atleti con i migliori tempi, nella seconda gli atleti con i restanti tempi (peggiori di quelli compresi nella prima serie) o senza tempo. Le norme vigenti non prevedono altro tipo di composizione, la cui formulazione  è attribuita la Delegato Tecnico, e non hanno validità i titoli (campione uscente o meglio uscito) e i risultati antecedenti le date di validità stabilite dai regolamenti federali. Assolutamente non corretta la protesta, peraltro espressa in maniera difforme dalle statuizioni regolamentari,  dell’atleta e del tecnico. L’atleta, iscritto senza tempo, lamentava anche l’attribuzione della corsia di partenza, ignorando evidentemente  che il R.T. espressamente prevede che nelle gare a turno unico, come quella alla quale partecipava, le corsie sono attribuite mediante sorteggio.

La conferma pervenuta dai due  atleti inclusi nella prima serie e poi risultati assenti ha impedito la inclusione nella prima serie di altri due atleti accreditati di tempi, ma tale inclusione non avrebbe in alcun modo consentito l’inclusione nella prima serie dell’atleta privo di tempi di accredito validi.

La eventuale ricomposizione della batteria avrebbe comunque comportato tempi lunghi e provocato le giustificate reazioni di coloro che erano inclusi nella prima serie.

La attribuzione delle corsie nelle gare con più turni è pure esattamente regolamentata ed è stata applicata alla perfezione.

Il turno eliminatorio dei 100 metri, o primo turno, ha visto la attribuzione delle corsie mediante sorteggio; nel secondo turno (finale)  le corsie sono attribuite  con tre sorteggi differenti: uno per i primi 4 atleti meglio classificati dopo ciascun turno di gara per determinare l’assegnazione delle corsie 3,4,5 e 6; uno per gli atleti quinti e sesti classificati per l’assegnazione delle corsie 7 e 8, uno per gli atleti settimi ed ottavi classificati per l’assegnazione delle corsie 1 e 2.

L’esame dei risultati consentirà di vedere come la regola sia stata puntualmente rispettata, considerato che come confermato prima della effettuazione delle batterie, la classificazione, e quindi il passaggio del turno, sarebbe avvenuto in base ai tempi, e non ai piazzamenti.

Per quanto concerne la assegnazione delle corsie nella gara dei 200 metri, la gara si è svolta a turno unico, con il sistema delle serie, e con l’attribuzione delle corsie esclusivamente per sorteggio. Visti i risultati non mi pare che tale decisione, comunque imprescindibile, abbia danneggiato qualcuno.

Infine, in riferimento a quanto apparso su un quotidiano locale, che mi attribuisce una frase che, esclusa dal contesto, potrebbe intendersi come preclusiva dell’attività dei pochi giudici anziani (me compreso) ancora in attività in Sardegna, Regione nella quale negli ultimi 3 anni   sono stati formati oltre 100 giudici, 25 dei quali hanno raggiunto qualifiche superiori superando un esame a valenza nazionale, mentre nella platea dei giudici precedentemente in attività    altri due hanno conseguito la qualifica e la qualità di giudici nazionali, dopo un corso durato due anni, debbo precisare come In effetti io abbia casualmente detto al giornalista di avere avanzato una proposta di non utilizzazione in campo di giudici over 65 , ma che tale proposta non ha incontrato il parere favorevole dei miei colleghi delle altre regioni.

Nella recente competizione internazionale che si è svolta a Cagliari diversi giudici nazionali presenti erano sopra tale limite (il limite  è stato fissato a 75 anni per le convocazioni dei giudici nazionali che però possono svolgere senza limiti di età il loro compito nelle regioni), ma si sono perfettamente integrati con i più giovani, e tra essi 25 giudici sardi, per i quali è giunto immediato l’apprezzamento della Federazione.

Debbo con forza  sottolineare come l’esperienza e la  pazienza di giudici non giovani o meno giovani  abbia consentito di evitare in occasione dei Campionati Sardi  l’adozione di provvedimenti discrezionali che avrebbero potuto, con decisioni legittime ma appunto discrezionali e quindi rimesse al giudizio ed alla valutazione dei giudici, anche influire sui risultati di gara.

Il potere disciplinare viene utilizzato dai giudici con il buon senso e la tolleranza, ed in questo i giudici meno giovani e con conosciuta esperienza, sono  affidabili e tolleranti.

Come  sempre è più facile la ricerca della pagliuzza nell’occhio altrui piuttosto che la visualizzazione della trave nell’occhio proprio.

 

Giuseppe Spanedda Fiduciario Regionale GGG Regione Sardegna

28-06-2015
  • Colpi di scena nella seconda giornata de...

Colpi di scena nella seconda giornata dei regionali assoluti

(alefloris) Inizia con i colpi di scena la seconda giornata dei campionati sardi individuali assoluti chiusi poco fa allo Stadio Comunale di Atletica Leggera di Cagliari. Gigi Becca, campione in carica del giro di pista con barriere incespica nel terz’ultimo ostacolo e cade, “regalando” il titolo all’oristanese Maurizio Fanni che comunque chiude col buon personale di 56.67 (aveva 59.92 del 2013 ed oggi correva la prova per la seconda volta). Subito dopo Nadia Neri  (Cus Cagliari)vince a sorpresa i 200 metri battendo la consocia, fin qui dominatrice della stagione, Alessandra Marceddu. Non solo: per la Neri arriva anche il personale di 24.92 (vento +0.6) a soli 4 centesimi dal minimo B per gli assoluti. Peccato. Per lei ora c’è il Memorial “Spartaco Meloni” di Selargius, battezzato anche Meeting Terra Sarda 2015, venerdì, per un altro tentativo. A proposito di colpi di scena: nel lungo femminile l’allieva sassarese Thaynara Tommasini (Amsicora) batte la favorita d’obbligo Daniela Lai (Cus Cagliari) che non riesce a centrare praticamente mai la pedana, 5,51 (personale di quest’anno ad Oristano migliorato di 6 centimetri) contro 5,42. . Si è giocato in pochi centimetri anche il titolo del lungo maschile con Giuseppe Fois (Cus Cagliari) davanti a Federico Fresi (Olimpia Bolotana), rispettivamente 6,58 contro 6,55. Per il sodalizio di Gianni Diana è un podio che vale più di qualsiasi titolo, visti i sacrifici quotidiani per portare avanti l’atletica a Bolotana. Negli 800 metri sono due le serie in gara: nella prima Riccardo Usai e Marco Moi, entrambi dell’Amsicora, si giocano il successo al fotofinish che poi darà ragione al primo, ma il titolo va a Giannicola Mula (Gonone Dorgali, alla sua prima gara della stagione) che si aggiudica in solitario la seconda serie in 1:58.53. Naturalmente fioccano le polemiche tra chi ha preparato le serie e chi avrebbe voluto si corresse un’unica serie con 14 atleti. Per il resto solo conferme: Francesco Fedeli (Gonone) si gode il bis nel peso (ieri si era aggiudicato il lancio del disco) con il solito lancio oltre i 14 metri, Giulia Gramignano (Lib. Campidano, già primatista sarda allieve,) vince nel giavellotto con l’attrezzo da 600 grammi portando il personale da 36,02 a 37,86 metri (ormai a soli due metri dal record sardo assoluto), Marco Dario Muscas (Cus Cagliari) si aggiudica i 200 metri col suo stagionale di 22.33 (con tre metri di vento contro)che vedono lo stesso ordine d’arrivo dei 100 di ieri, con Federico Aru e Alessio Cubeddu alle sue spalle. A rilento i 5000 metri vinti da Michele Carta (Civitas Olbia), 16:06.92, e Cinzia Meloni (Podistica San Gavino), 18:30.83, ieri sul podio nei 1500 dove si era migliorata di ben dieci secondi. Negli 800 donne il titolo va a Giovanna Cossu (Shardana), in 2:26.40, preceduta comunque dalla fuori concorso Anja Robazas (Mass Ljubljana), 2:19.85,  e dall’olandese di casa nostra Judith Van Eijk (Shardana), 2:24.69. La staffetta del miglio femminile è andata al Cus Cagliari (4:03.50) sulle allieve dell’Amsicora (4:35.96). Spettacolare la 4x400 maschile, che chiude la serata, con un’ultima frazione al cardiopalma con la sfida tra Atletica Oristano e Cus Cagliari i cui ultimi frazionisti raccolgono il testimone praticamente alla pari. La spunta l’oristanese Gianmarco Pira (che prudenzialmente era stato tenuto a riposo evitandogli i 200 metri) sul campione sardo del giro di pista Mattia Piredda: 3:24.42 contro 3:24.66. Tutti i risultati nel link in basso a destra.

Nel montaggio fotografico il "tuffo" di Gigi Becca, Nadia Neri, Marco Dario Muscas, Francesco fedeli, Giulia Gramignano e Giannicola Mula.

 

28-06-2015
  • Pronostici rispettati (più o meno) ai r...

Pronostici rispettati (più o meno) ai regionali assoluti

(robyspezzigu e alefloris) Campionati sardi assoluti su pista tra conferme, con la campionessa italiana dei 10000 Claudia Pinna su tutti, e varie novità in tutti i settori. La prima giornata dei campionati su pista, in corso di svolgimento da ieri allo Stadio dell'Atletica di Cagliari, ha proposto lo spettacolo delle sfide dei velocisti sui 100 metri che come da pronostico hanno premiato i due sprinter del Cus Cagliari, Alessandra Marceddu e Marco Muscas, e poi ci son state le conferme di Elisa Pintus (Shardana) e Francesco Fedeli (Pol.Gonone Dorgali) nei lanci e di Claudia Pinna (Cus Cagliari) nei 1500, Gianmarco Pira (Oristano) sui 110 hs, Serena Pruner (Amsicora) nella marcia e Daniela Lai (Cus Cagliari) nel triplo. Nelle attese sfide sui 100 metri Marceddu ha ribadito la sua attuale netta supremazia isolana nella velocità donne andando a far segnare prima in miglior tempo delle batterie di qualificazione (12”51, vento - 1,9) e poi prendendosi in finale vittoria e titolo sardo con il tempo di 12”13”(+1,9), dove ha preceduto Elena Cruccas (Amsicora) e Giulia Mannu (Delogu Nu), rispettivamente 12”34 (primato personale) e 12”44. L’iglesiente Muscas invece dopo una batteria in scioltezza in 11”10, in finale si scatenava e sfrecciava in 10”79 (v-0,7) precedendo il compagno di squadra Federico Aru e Alessio Cubeddu (Lib.Campidano), 10”88 per entrambi. Veramente una bella finale con primati personali per l’arcigno Muscas e Aru (quest’ultimo per la prima volta sotto gli 11 secondi netti) mentre Cubeddu vanta un 10.79 datato 2012. Nei 400 conferma per Nadia Neri (Cus Cagliari), che si impone con 57”72 precedendo Elisa Argiolas (Amsicora, 59”39, ancora personale per lei dopo che una settimana fa a Milano aveva infranto per la prima volta la barriera dei 60 secondi), mentre tra gli uomini il giro di pista premia con il tempo di 49”85 Mattia Piredda (Cus Cagliari) che spodesta Gigi Becca (Cus Sassari, 50”24) e terzo finisce Giovanni Tamponi con 50”42. Rimanendo nella corsa Claudia Pinna si conferma reginetta dell'atletica sarda vincendo i 1500 corsi in solitaria in 4'35” 71 (seconda la valida Cinzia Meloni, della Podistica San Gavino, oro a squadre agli europei non stadia,  in 4'51”11) mentre sulla stessa distanza Riccardo Usai (Amsicora) si impone con 4'09”3 su Massimo Spiga e Giovanni Marongiu, finti con 4'10”69 e 4'12”39. Bella vittoria anche per il primatista sardo dei 110 hs Gianmarco Pira (Atl. Oristano), oggi chiamato a ripetersi sui 200 metri, che in 14.51 ha confermato tutte le sue ottime qualità. Conferme scontate nei lanci per Francesco Fedeli (Gonone Dorgali), con 44, 61 di disco, per la neoprimatista assoluta Elisa Pintus (Shardana), che si impone nel peso con 13,07, e per Sofia Atzeni (Pionieri Marmilla Mogoro) che vince il titolo nel martello con nuovo personale di 42,15 metri. Nei salti Daniela Lai (Cus Cagliari) si aggiudica l’ennesimo titolo sardo del triplo con 11,91 metri, Cristiano Perseu (Atl. Oristano) sale fino ai 4,20 nell’asta e Stefano Mocci (Atl. Oristano) vince a sorpresa il duello del triplo con Paolo Caredda (Amsicora) migliorando il personale per la terza volta in poche settimane. E’ da segnalare anche la bella gara del giavellotto dove il britannico Daniel Dean Pembroke (neotesserato per la Gonone Dorgali) si impone con un unico lancio a 63,32 metri (poi si ferma per il risvegliarsi del dolore al gomito che già qualche hanno fa lo bloccò nell’ascesa ai vertici del giavellotto europeo) seguito da Claudia Cava (Amsicora) che vince secondo pronostico il titolo sardo con 50,72 precedendo Riccardo Trudu e Livio Lovigu. Peccato per quel vento trasversale che “ha levato - ha dichiarato Cava durante la gara – un quattro cinque metri a tutti noi”. Finale come al solito dedicato alla marcia: 24'16” per Serena Pruner (Amsicora) e 25'23” per Valeria Farci (Cus Cagliari).

Nel montaggio fotografico, da sinistra: Alessandra Marceddu, Marco Dario Muscas, Gianmarco Pira, Stefano Mocci, Daniel Dean Pembroke e Sofia Atzeni.

28-06-2015
  • Sassari, staffette giovanili...

Sassari, staffette giovanili

Pubblichiamo in allegato i risultati del Festival delle Staffette, manifestazione giovanile abbinata al 19° Trofeo Provincia di Sassari "A scuola di atletica" disputato ieri allo Stadio dei Pini "Tonino Siddi" di Sassari.
28-06-2015
  • Iglesias - Trofeo del Minatore I Risulta...

Iglesias - Trofeo del Minatore I Risultati.

Il Comitato Regionale della Fidalsardegna pubblica i risultati delle gare relative alla XXIII° Ediz. del Trofeo del Minatore, manifestazione valida per l'assegnazione del titolo di Campione Regionale di corsa su strada alle categorie Ragazzi/Ragazze - Cadetti/Cadette, che si è svolta ad Iglesias il giorno 27 giugno 2015. Alleghiamo i risultati.

27-06-2015
  • Oggi e domani i campionati sardi assolut...

Oggi e domani i campionati sardi assoluti

(alefloris) Ricordo, che tanti anni fa, un atleta del calibro di Giorgio Marras mi disse: “Ai campionati sardi assoluti non posso assolutamente mancare”. Quel ricordo mi frulla nella mente mentre scorro le liste degli iscritti ai campionati regionali assoluti che andranno in scena oggi e domani allo Stadio dell'Atletica “Santoru” di Cagliari. Troppe le assenze. Infortuni, scelte tecniche, decisioni politiche, esami di maturità? Di sicuro c'è un po' di tutto questo nelle assenze. Ma si farebbe un torto ai presenti se la scelta fosse di non parlarne in questa pagina proprio oggi che la massima rassegna regionale della pista assegnerà 35 titoli (rimarrà vacante quello dei 3000 siepi femminili), Sono 35? O ho sbagliato? Mah! Sempreché le iscrizioni vengano confermate un'ora prima dell'inizio della gara. Mancherà un po' di spettacolo e di sana atletica ma, si sa, gli assenti (non motivati) hanno sempre torto. Tra l'altro questi campionati individuali sono anche validi come terza prova dei societari assoluti.

VELOCITA'

Appare scontata la doppietta di Alessandra Marceddu (Cus Cagliari) nei 100 e 200 metri mentre in campo maschile i titoli delle due prove di velocità dovrebbero dividersi tra l'iglesiente Marco Dario Muscas (Cus Cagliari) nei 100 metri e Gianmarco Pira (Atl. Oristano) nei 200 metri (alla ricerca del minimo B per la partecipazione ai tricolori assoluti). Nel giro di pista Nadia Neri (Cus Cagliari) non teme confronti ma c'è attenzione per la conferma sotto i 60 secondi di Elisa Argiolas (Amsicora) dopo il risultato conseguito ai tricolori allieve di Milano. Nei 400 uomini Mattia Piredda ha già in tasca il titolo.

MEZZOFONDO

Negli 800 metri maschili si attende ancora il risveglio di Riccardo Usai anche se al momento nelle liste stagionali prevale Marco Moi. Il duello tra i due amsicorini sarà il leit motiv del doppio giro di pista con Sebastiano Piredda (Cus Cagliari) atteso sotto i 2 minuti. Dipenderà tutto dalla velocità impressa alla gara, così come in tutto il mezzofondo. Gli atleti isolani, al di là del loro effettivo valore, quest'anno hanno interpretato le loro gare in maniera tattica pensando eventualmente al successo più che al tempo finale. Oggi ciò che conta è il titolo ma non sarebbe male pensare anche al punteggio dei societari magari procurandosi una …. lepre. Che non sarebbe poi una cosa dell'altro mondo. Tra le donne le cussine Emanuela Baggiolini nel doppio di giro di pista così come Claudia Pinna nei 1500 metri non temono confronti mentre nel miglio metrico maschile ancora Riccardo Usai è atteso ad un risultato pari almeno al valore dimostrato negli anni passati (e ancora qui vale il discorso della gara tattica o orientata sul risultato cronometrico). Nei 5000 metri Giuseppe Mura (Futura Cagliari) ha il titolo già appuntato sul petto (ma per lui conta il tempo in proiezione tricolori) mentre sulla stessa distanza al femminile sfida occasionale tra la master Cinzia Meloni (Podistica San Gavino), medagliata ai campionati europei non stadia, e la titolata marciatrice Serena Pruner (Amsicora).

OSTACOLI

Gianmarco Pira (Atl. Oristano) la fa da padrone dall'alto del suo 14.39 nei 110 hs mentre tra le donne Nicoletta Dessì si avvia a fare punti per l'Amsicora. Nel giro di pista con barriere Gigi Becca (Cus sassari) se la vedrà con il rientrante Marco Spanu che dopo aver appeso le scarpette chiodate con la maglia dell'Atletica Oristano le ha indossate nuovamente per gareggiare col Cus Cagliari. Questa è una sfida sicuramente da seguire, almeno per curiosità. Tra le donne ancora Emanuela Baggiolini se la vedrà con l'allieva sassarese Martina Murru (Amsicora). Nei 3000 sipei un solo iscritto: Abdelwahed Barhzaoui (Atl. Selargius).

SALTI

Nell'alto allievi presumibilmente sul gradino più alto del podio: Sara Zoccheddu (Atl. Oristano) e Stefano Di Santo (Lib. Campidano) entrambi reduci dai tricolori di categoria. Nell'asta due favoriti d'obbligo: Cristiano Perseu (Atl. Oristano) e Giulia Marcello (Cus Cagliari). Nel lungo maschile, in assenza dei settemetristi, il più accreditato è il velocista Francesco Pianti (Gonone Dorgali) seguito da Giuseppe Fois (Cus Cagliari) mentre tra le donne Daniela Lai non avrà difficoltà a doppiare il titolo nel lungo e nel triplo. In quest'ultima prova Paolo Caredda (Amsicora) e Stefano Mocci (Atl. Oristano) sono chiamati ad incrementare le loro già interessanti misure stagionali.

LANCI

Due su tutti: Elisa Pintus (Shardana), neoprimatista assoluta di lancio del peso e Francesco Fedeli (Gonone Dorgali) sono chiamati al bis nel peso e nel disco. Nel giavellotto da seguire Claudio Cava (Amsicora) e Giulia Gramignano (Lib. Campidano), che proprio la settimana scorsa ha migliorato oltre la fettuccia dei 40 metri il record sardo under 18 con l'attrezzo da 500 gr (qui avrà 100 grammi in più da spedire oltre il suo stagionale di 36,02 metri), mentre nel martello Silvia Cabella (Cus Cagliari), seguita a ruota da Maria Francesca Tumatis (Amsicora), e Marco Paccapelo (Gonone Dorgali) sembrano decisamente i più forti.

MARCIA

Ancora troppo pochi i marciatori sardi. E quei pochi emergono anche a livello nazionale. Quindi, dove sta il problema? Reclutamento? Appassionarli a questa specialità? Li citiamo tutti in ordine di primato stagionale per ringraziarli della loro “disponibilità”: tra gli uomini l'allievo Stefano Cicalò (Atl. Valeria), primatista regionale di categoria, e Alberto Contu (Amsicora); tra le donne (visto che la Pruner si dedica ai 5000 metri), Valeria Farci (Cus Cagliari) e le allieve Chiara Pusceddu (Atl. Selargius) e Sara Salis (Shardana).

26-06-2015
  • Terralba 1° Luglio. Grand Prix Giovanil...

Terralba 1° Luglio. Grand Prix Giovanile. Comunicato Stampa Organizzazione

La pista di atletica di NARBONIS si veste di festa per ospitare il Festival Regionale Giovanile di staffetta, valido come 4° prova del  GRAN PRIX  REGIONALE GIOVANILE. Alle staffette più veloci verrà assegnato il trofeo SAN PIETRO giunto alla sua terza edizione .  “ Le sinergie con il Comitato dei CINQUANTENNI ci permette di arricchire il programma per i festeggiamenti del  santo patrono – dichiara SERGIO VACCARGIU Presidente dell’ ATLETICA AIRONE, - la gestione del chiosco, in occasione della gara,  consentirà di far cassa  e permetterà al Comitato di gestire le premiazioni degli atleti, e inoltre organizzare per il secondo anno consecutivo un concerto di musica classica che vedrà ancora protagonista la pianista locale ALESSANDRA VACCARGIU  e al flauto traverso MARIA PIA LISCI. Appuntamento con  lo sport il giorno mercoledì1 luglio con inizio ore 17.30 - Appuntamento con la musica colta domenica  05/07/2015 ore 19.00 presso il Teatro Comunale, precederà la serata l’ estrazione dei biglietti della lotteria   SAN PIETRO. Consci dell’ottimo connubio tra sport e realtà produttive locali per la promozione dei  prodotti del territorio, dopo il bovale, i funghi, il pollo, le famose cozze NIEDITTAS, è la volta della rinomata "GAVINA", l’anguria senza semi, prodotta con grande successo dall’ ORTO DI TERRALBA. "Gavina" sarà offerta agli atleti premiati,  assieme alle medaglie. Quindi tutti in pista ad applaudire anche i nostri AIRONI che saranno sicuramente protagonisti. Il comitato dei cinquantenni allestirà come nei precedenti anni, un chiosco per soddisfare gli amanti  della bella spina e dell’HOT DOG, salsiccia e pattate fritte, a servizio di tutti gli appassionati dello sport  provenienti da tutta la Sardegna,  che,come nelle precedenti edizioni, hanno garantito una massiccia partecipazione. PS. AIRONE si sta organizzando per un’ANGURIATA collettiva..non mancate. (Addetto stampa Airone Terralba)

25-06-2015
  • Sestu (Pista) e Iglesias (Strada). Gli A...

Sestu (Pista) e Iglesias (Strada). Gli Atleti iscritti ed il nuovo programma di gara.

Il Comitato Regionale della Fidalsardegna pubblica l'elenco degli atleti iscritti a partecipare alle seguenti manifestazioni di Atletica in programma questo fine settimana nella nostra Isola:

- Sestu 27 Giugno. Campionato Provinciale Individuale Esordienti. Manifestazione su Pista. Si allega anche il nuovo programma gara. Società Organizzatrice: Nuova Atletica Sestu;

- Iglesias 27 Giugno. XXIII° Ediz. del Trofeo del Minatore valida come Campionato Regionale Individuale cat. Ragazzi e Ragazze - Cadetti e Cadette, di corsa su strada. Società organizzatrice: Atletica Iglesias.

Si allegano gli iscritti e il programma aggiornato della gara di Sestu.

24-06-2015
  • Calendario Regionale 2016. Modulo richie...

Calendario Regionale 2016. Modulo richiesta manifestazioni

Il Comitato Regionale della Fidalsardegna comunica alle Società affiliate che intendono organizzare manifestazioni, nel periodo 1 Gennaio 31 Dicembre 2016, da inserire nel Calendario Federale Regionale, a voler inoltrare richiesta a questo Comitato entro e non oltre il 30 Settembre 2015. Si informa, inoltre, che possono essere richiesti anche l’organizzazione dei vari Campionati Federali. Le richieste dovranno essere presentate utilizzando il modulo allegato alla presente. Le richieste dovranno essere accompagnate dal versamento del 30% della relativa tassa annuale di approvazione gare. Le richieste prive della relativa tassa non verranno prese in considerazione.

 

24-06-2015
  • L'Atletica Sarda piange la scomparsa di ...

L'Atletica Sarda piange la scomparsa di Chicca Perpignano.

Messaggio del Presidente della Fidalsardegna Sergio Lai

La perdita di Chicca Perpignano, avvenuta ieri a Milano, colpisce l'Atletica Sarda e lascia un profondo dolore in tutte le persone che la stimavano per le sue grandi qualità  umane e professionali. Come Fiduciario Provinciale dei GGG, Chicca Perpignano è stato il punto di riferimento e mentore di numerosi Giudici di Gara nei  periodi iniziali della loro esperienza, ai quali ha trasmesso, con grande competenza, le sue doti tecniche ed umane contribuendo alla loro crescita Tecnico/Professionale. Come Vice Presidente della Fidal Sardegna, ha contribuito allo sviluppo dell'intero movimento atletico isolano che oggi, con dolore, ne ricorda la sua scomparsa. Ed è con lo stesso dolore che a nome del Consiglio Regionale della FIdalsardegna, delle Società e del mondo atletico isolano, che esprimo a Giuseppe Perpignano, alle figlie Monica, Daniela e Titti, i sensi del più profondo cordoglio per la scomparsa di Chicca che rimarrà a perenne ricordo nei nostri cuori. Sergio Lai Presidente Fidalsardegna

 

Messaggio di Giuseppe Spanedda - FIduciario Regionale dei GGG

Dopo una lunga malattia, affrontata con il coraggio che ha sempre  contraddistinto ogni sua azione, è scomparsa la Prof. Chicca Simeone Perpignano, per molti anni Giudice di Gara e Fiduciario Provinciale GGG  di Cagliari, nel cui Comitato aveva ricoperto anche il ruolo di Vice Presidente.  I Giudici di Gara della Sardegna ne ricordano le alte doti tecniche,  le grandi qualità  umane e morali, ed il costante impegno profuso per la crescita della Atletica Leggera in Sardegna. Ai familiari, ed in particolare al Professor Giuseppe Perpignano e alle figlie Monica, non dimenticata  atleta, Daniela e Titti i sensi del più profondo cordoglio. I Giudici di Gara della Sardegna non la dimenticheranno.

23-06-2015
  • Legge Regionale n.9 del 12 giugno 2006. ...

Legge Regionale n.9 del 12 giugno 2006. Richiesta Fidalsardegna

Lettera del Presidente della Fidalsardegna Sergio Lai al Presidente della Regione Sardegna in merito alla Legge Reg. n.9 del 2006
 
Oggetto: Legge Regionale n. 9 del l2 giugno 2006.
 
In riferimento alla Legge regionale 12 giugno 2006 n. 9 sono state trasferite alle Province della Sardegna diverse competenze e, fra queste, le providenze economiche a sostegno dell'attività sportiva svolta dalle Società Dilettantistiche.
Fra tali competenze vi è quella del rimborso forfetario per le trasferte effettuate nel continente dagli atleti....(...leggi originale allegato)
 
22-06-2015
  • Sassari - II° Stage di Perfezionamento ...

Sassari - II° Stage di Perfezionamento Lanci a Maniglia.

 (Comunicato Stampa Fidal Sassari) - La Fidal Comitato Provinciale di Sassari e l’ASD Atletica San Giovanni ORGANIZZANO il 2° Stage “PERFEZIONAMENTO LANCI A MANIGLIA” SASSARI – 21-22-23 Luglio 2015 Stadio dei Pini Tonino Siddi.  

Tecnico per lo stage: Dott.ssa SANTA SAPIENZA Laurea in Scienze Motorie Istruttrice di Atletica Leggera 28 titoli italiani, 1 titolo Internazionale e numerose medaglie d’argento e bronzo nel lancio del martello e martello a maniglia corta. 

PROGRAMMA DELLO STAGE. MARTEDI’ 21 Luglio ore 19.30 – Stadio dei Pini - Sala riunioni Comitato Provinciale FIDAL Accoglienza partecipanti, registrazione, presentazione programma, briefing e cena (facoltativa). 

MERCOLEDI’ 22 Luglio - Stadio dei Pini  Sessione del mattino: • 10.00/12.00 Sessione Pomeridiana: • 14.30/16.30 • 18.00/20.00

GIOVEDI’ 23 Luglio - Stadio dei Pini Sessione del mattino: • 10.00/12.00 Sessione Pomeridiana: • 14.30/16.30 • 18.00/20.00 

Quote per partecipante SENIOR OVER 35: 

• S - 80 euro per la partecipazione a 2 sessioni a scelta;

• M -100 euro per la partecipazione a 3 sessioni a scelta;

• L - 120 euro partecipazione open;  

 - 50 euro solo soluzione S per atleti della categoria Allievi, Junior e Promesse  

Per iscrizioni di atleti di altre Regioni/Provincie è possibile richiedere il supporto logistico per la sistemazione. 

Per informazioni sullo stage:  

• Patrizia Spillo 335 67 35 065 • Silvana Vecchiattini 338 89 43 692

Collabora agli aspetti tecnico logistici  dello stage l’Atletica Ichnos        

LE ADESIONI DOVRANNO PERVENIRE IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 02 Luglio ALL’INDIRIZZO EMAIL spillo@mixo.it E LE QUOTE VERSATE ENTRO IL 21/07/2015 IN OCCASIONE DELLA REGISTRAZIONE E BRIEFING  

Per le prime 6-8 iscrizioni allo stage di atleti/e residenti fuori regione è possibile fruire di sistemazioni messe a disposizione dall’organizzazione nel periodo 21 Luglio/ 26 Luglio. Si porta a conoscenza di tutti gli interessati che Sabato 25 luglio, presso lo Stadio dei Pini Tonino Siddi, si terrà il Campionato Regionale Individuale di Pentathlon Lanci Estivo – Manifestazione Open valida come prova Nazionale per il Grand Prix Lanci (partecipazione facoltativa, subordinata all’iscrizione secondo le modalità indicate nel dispositivo tecnico).   

22-06-2015
  • Doppia festa per l'Atletica San Giovanni...

Doppia festa per l'Atletica San Giovanni per la conquista del titolo regionale.

(Roberto Spezzigu) - Doppia festa per l'Atletica San Giovanni che conclude i campionati sardi di società su pista senior-master con la riconferma del titolo delle donne e la vittoria del titolo sardo, per la prima volta in assoluto, degli uomini. 

  La manifestazione, disputata sabato e domenica allo Stadio dei Pini Tonino Siddi di Sassari alla presenza di una calorosa e appassionata cornice di pubblico (e conclusa degnamente con un terzo tempo conviviale e festoso tra tutti i presenti), ha offerto tante gare agonisticamente molto combattute e non sono mancati anche alcuni buoni risultati tecnici (in senso assoluto e rapportati, come sempre tra i master-amatori, all'età dei partecipanti).

  La combattuta corsa al titolo di miglior sodalizio sardo master-amatori tra le donne ha finito per premiare le campionesse in carica della San Giovanni, che hanno concluso con l'ottimo bottino di 9980 punti precedendo le valide combattive Shardana Sassari con 8726, l'Atl.Selagius e l'Esperia con 7374 e 7285. Buon quinte la Delogu Nu con 6495 seguita da Cagliari Atletica, Ichnos  e Guerrieri del Pavone con 5832, 5686 e 4586 punti.

  Per la prima volta nella sua storia l'Atl. San Giovanni festeggia anche il titolo sardo tra gli uomini  dove, con 9806 punti, spodesta l'Amsicora, poi valida terza con 8685, e precede la combattiva Atl.Selargius, arrivata a quota 8940. La classifica prosegue con l'Atl.Olbia a 7844 punti seguita da Shardana con 7821, Esperia con 7334, Cagliari Atletica con 6313, Ichnos Ss con 6189 e Guerrieri del Pavone e Oristano con 5806 e 4804.

  Tanti i risultati individuali degni di merito e con punteggi importanti anche a livello nazionale.

  Velocità.

 Impreziosita dal rientro del pluricampione italiano Gianni Puggioni (San Giovanni M50, 12”18 nei 100 e 25”35 nei 200) migliori risultati per Mirko Frau (Guspini) con 11”66 e per Andrea Grussu (Monteponi Iglesias) con 23”48 e migliori punteggi per Pietro Logli (Shardana M55, 12”72 e 826 punti) e il campione mondiale Mario Soru (Selargius M60), 27”48 e 841 punti e 1'02”54 nei 400 dove il miglior tempo è stato di Andrea Manca (San Giovanni) con 53”88. Tra le donne dominio netto di Monica Dessì (Shardana, SF 50) con 14”11 e 29”65 che totalizzano 915 e 919 punti mentre nei 400 1'04”58 per Simonetta Latte (San Giovanni) e miglior punteggio a Judith Van Eijk (Shardana) con 1'05”50 e 901 punti.

   Lanci

 Dai lanci sono venuti i migliori punteggi della manifestazione con il campione e primatista italiano Marco Giacomini (San Giovanni,SM55) che vince il peso con 14,24 (1007 punti) e i suoi compagni di squadra Flavio Casasola e Giancarlo Taras che vincono disco, martello e giavellotto. Tra le donne in evidenza Silvana Vecchiattini (Ichnos Ss) e Patrizia Spillo (San Giovanni) con 9,48 e 9,46 nel peso (916 e 914 punti) e 36,88 e 35,58 nel martello.

 Salti

 Due vittorie per Ivan Spini (Amsicora) nel lungo e nell'alto con 5,32 e 1,66 e migliori punteggi per Mario Vacca (San Giovanni).  Roberta Giordo (San Giovanni) vince lungo (miglior punteggio la compagna di squadra Mariangela Piga) e triplo mentre nell'alto Francesca Palazzolo (Esperia) salta 1,20 (752 punti).

  Mezzofondo

 Nelle partecipate e combattute prove del mezzofondo negli 800 vince Walter Molino (Atl.Olbia) e nei 1500 Gabriele Mureddu (Porto Torres). Bene Michele Serra (San Giovanni) mentre nei 5000 vince Giuseppe Cocco (Cagliari Atletica) e miglior punteggio per Severino Panduccio (Amsicora). Donatella Saiu (Cagliari Atletica) miglor punteggio nei 3000 vinti da Elena Fratus (Porto Torres) con 11'04”25 contro 11'16”06. Negli 800 2'29”25 per Judith Van Eijk (Shardana) e nei 1500 5'17”78 per la sua compagna di squadra Giovanna Cossu con 5'17”78. Miglior punteggio per la sempre valida Alba Carboni ( San Giovanni) che centra 811 punti con 5'41”22 e belle prove per Damiana Deiana (Guerrieri del Pavone). (foto di Roberto Spezzigu)

21-06-2015
  • Cds master: doppietta per l'Atletica San...

Cds master: doppietta per l'Atletica San Giovanni. I Risultati e le Classifiche.

(alefloris) Doppietta dell’Atletica San Giovanni ai societari master disputati a Sassari. In campo maschile la formazione sassarese si è imposta, con 9806 punti, su Atletica Selargius (8940) e Amsicora (8685). Tra le donne 9980 punti per San Giovanni rispetto agli 8726 della Shardana e 7374 dell’Atletica Selargius. In tutto hanno coperto il programma gare 9 sodalizi in campo maschile (dal quarto posto in giù Atletica Olbia, Shardana Associazione Sportiva, Esperia, Cagliari Atletica Leggera, Ichnos e I Guerrieri del Pavone; 9 prove per l’Atletica Oristano) e 6 tra le donne (dal quarto, Esperia, Delogu Nuoro e Cagliari Atletica Leggera, seguite, con una gara in meno, da Ichnos e I Guerrieri del Pavone). Dal punto di vista individuale il miglior punteggio è stato quello di Marco Giacomini (San Giovanni, SM55) che gettando il peso da 6 kg a 14,24 metri ha ottenuto 1007 punti. Alle sue spalle Pietro Logli (Shardana), 885 punti nei nei 200 metri (e 826 nei 100 metri), seguito da Gabriele Valle (Shardana, SM60), 849 punti nel salto in lungo con 4,78 metri e Mario Vacca (San Giovanni), con 803 punti nel salto in alto (nella gara vinta dall'amsicorino Ivan Spini con 1,66 che hanno fruttato 788 punti, uno solo in più rispetto a Giovanni Francesco Rosso (Ccrs Sorso, SM45) con 16:32.01 nei 5000 (vinti dall’olbiense Giuseppe Cocco, SM40, 16:23.37). Bene anche Michele Serra, SM45, 768 punti negli 800 metri corsi in 2:07.85 (vittoria per Walter Molino, SM40, 2:04.76), e il selargino Gino Mereu, SM70, 747 punti nel triplo con la misura di 8,30 metri. Tra i velocisti doppietta (in punteggio) per Pietro Logli (Shardana) sia nei 100 (12.72, 826 punti) sia nei 200 (26.17, 885) seguito da  Gianni Puggioni (San Giovanni, SM45), 12.18 nei 100 (763) e 25.35 nei 200 (774). I più veloci nei 100 sono stati il guspinese Mirko Frau e l’iglesiente della Monteponi Andrea Grussu, SM35, 11.66. Per Grussu primo posto anche nei 200 in 23.35. Tra le donne 944 punti per Donatella Saiu (Cagliari Atletica Leggera, SF50), 11:16.06 nei 3000 metri (nella gara vinta da Elena Fratus in 11:04.25), 919 e 915 per Monica Dessì (Shardana, SF50), nei 200 (29.56) e nei 100 (14.11) metri. Alle sue spalle Patrizia Angioni (San Giovanni, SF50), 31.00 e 14.92. Bene anche Judith Van Eijk (Shardana, SF45), 901 punti nei 400 (1:05.50) e 807 negli 800 (2:29.25). Nei lanci solito dominio delle SF55 Silvana Vecchiattini (Ichnos) e Patrizia Spillo (San Giovanni) , rispettivamente 9,48 (916) e 9,46 (914) nel getto del peso. Per la Vecchiattini anche 866 punti nel lancio del martello con 36,88 metri. Alleghiamo tutti i risultati.

21-06-2015
  • Tricolori allievi: Melis sfiora la final...

Tricolori allievi: Melis sfiora la finale, personali per Murru e Cadeddu

(alefloris) E’ spettato agli ostacolisti, che vediamo nelle foto di Giorgio Fenu, chiudere la presenza isolana ai tricolori allievi di Milano. Ma nessuo, staattina, è riuscito a superare il primo turno. Chi è andato più vicino alla finale è stato Dante Melis (Amsicora) che ha corso i 110 hs in 15.05 (-1,4). Peccato, perché per entrare almeno nella finale dei secondi sarebbe bastato un 14.98 decisamente alla portata dell’atleta cagliaritano. Primato personale, invece, per Manuel Cadeddu (Atl. Oristano), 15.60 per lui (+1,2). Tra le donne personale migliorato per Martina Murru (Amsicora), 15.47 (+0,5) nei 100 hs, mentre ha pasticciato parecchio Veronica Steri (Sulcis Carbonia) che ha affrontato il primo ostacolo dopo nove passi invece che otto e poi chiaramente non è riuscita a rimettersi in sesto. Per lei un modestissimo 17.28 (-0,6). Insomma, ci consoliamo con i quarti posti di Andrea Usai (Atl. Valeria) nei 2000 siepi e Enrico Sorano (Tespiense Quartu) nel salto in lungo e il quinto di Stefano Cicalò (Atl. Valeria) nei 10 chilometri di marcia. Per il resto primati personali e nulla più.

In alto, nel montaggio fotografico, da sinistra Dante Melis, Manuel Cadeddu, Martina Murru e Veronica Steri

20-06-2015
  • Tricolori allievi: serata "ni"...

Tricolori allievi: serata "ni"

(alefloris) Un po’ deludente la serata della seconda giornata per i colori sardi ai tricolori under 18 in corso alla Arena Civica “Gianni Brera” di Milano. Al di sotto delle attese Sara Zoccheddu (Atl. Oristano) che nel salto triplo rimane fuori dalla finale per soli due centimetri ma saltando ben un metro sotto il personale. Chiude la qualificazione troppo presto: un nullo, 11,05 (+0,2) e 10,94. Troppo poco per il talento oristanese che sarà quattordicesima. Che comunque rimaner il migliore piazzamento ottenuto dai nostri atleti in questa frazione di giornata, al pari di Giovanni Marongiu (Shardana Sassari), quattordicesimo nei 3000 metri, unico a migliorare il proprio personale (9:08.51) chiudendo al secondo posto la prima serie. Sedicesima Sara Meloni (Runners Oschiri) sempre nei 3000 metri (10:49.88) e diciassettesima Chiara Pusceddu (Atl. Selargius) nei 5 chilometri di marcia (27:27.67). Per il resto Stefano Di Santo (Lib. Campidano) ha chiuso la qualificazione nel salto in alto a quota 1,85 (23°) mentre Filippo Porcu (Atl. Oristano) nel salto triplo si è fermato a 12,88 metri (21°). Nella foto in alto Sara Meloni dopo i 3000, un momento della sua gara e il gruppo dei sardi in tribuna all’Arena.

20-06-2015
  • Cds master: presentazione...

Cds master: presentazione

(Roberto Spezzigu) - Due interessanti giornate di gare allo Stadio dei Pini Tonino Siddi di Sassari per assegnare i titoli di miglior sodalizio sardo master-amatori. Si riparte dai campioni sardi in carica delle donne della San Giovanni, degli uomini dell'Amsicora e dalla presenza del pluricampione italiano della velocità Gianni Puggioni, che, con i colori dell'Atletica San Giovanni è iscritto a gareggiare nella gara dei 100 e 200 metri e nella staffetta 4x100. Saranno in gara, tra i circa 1000 atleti gara presenti, anche il campione mondiale Mario Soru (Atletica Selargius) il campione italiano e primatista di categoria Marco Giacomini (San Giovanni) e il suo compagno di squadra specialista dei lanci  Flavio Casasola oltre una sfilza di campioni italiani master di categoria come il “capitano” dell'Amsicora Ivan Spini.

 Nell'impianto di atletica sassarese, con inizio delle gare oggi (sabato) alle ore 18 e domani (domenica) alle ore 9,30, sono quindi in programma i seguiti e combattuti campionati sardi di società senior-master che vedranno confrontarsi tanti atleti in rappresentanza delle varie società della Sardegna che saranno presenti nell'impianto di atletica sassarese con tanti atleti.

 La manifestazione, indetta e organizzata dalla Fidal con la collaborazione delle attive società locali dell'Atletica san Giovanni, Ichnos e Guerrieri del Pavone (che negli ultimi anni sono state tra le protagoniste di questi campionati sardi), vede proprio queste società tra le squadre attese a recitare un ruolo importante nelle classifiche a squadre.

 Proprio questa graduatoria finale, con un occhio rivolto alla possibile qualificazione alle finali nazionali, sarà uno dei maggior motivi di interesse della due giorni di gare sassaresi.  Tra gli uomini la classifica, oltre ai campioni sardi in carica dell'Amsicora, vedrà sfidarsi le squadre di San Giovanni, Atletica Selargius, Sulcis Carbonia, Cagliari Atletica, Shardana , Ichnos e Atletica Olbia. Sarà una lotta incerta sino all'ultima prova sia per il titolo che per accumulare punti preziosi in vista delle graduatorie nazionali.

 Tra le donne dietro le favorite campionesse in carica dell'Atletica San Giovanni, che schiera anche quest'anno una formazione compatta e di qualità con le varie Patrizia Spillo e Lucia Cugurra nei lanci, Simonetta Latte, Mariangela Piga, Alba Carboni, Roberta Giordo, Patrizia Angioni e tante altre valide atlete pronte a portare a casa buoni piazzamenti e punti importanti. Lotteranno per per il titolo e un buon piazzamento anche le altre formazioni sassaresi dell'Ichnos con le lanciatrici  Silvana Vecchiattini e Rosanna Serradimigni, dei Guerrieri del Pavone e della Shardana, quest'anno rinforzatasi con gli acquisti cagliaritani di Monica Dessì, Judith Van Ejiek e altre. Assieme a loro a cambattere per un buon piazzamento e il titolo sardo master-amatori 2015   ci saranno anche le valide formazioni dell'Esperia, dell'Atletica Selargius e della Delogu Nuoro che schiera una serie di atlete valide come Francesca Mariani, Franca Pilia e Patrizia Mereu. 

20-06-2015
  • Tricolori allievi: Sorano quarto, Gramig...

Tricolori allievi: Sorano quarto, Gramignano record

(alefloris) Quarto posto per Enrico Sorano nel lungo e record sardo allieve per Giulia Gramignano nel lancio del giavellotto. Questi i risultati delle finali di questa mattina ai tricolori allievi in corso all’Arena di Milano. Enrico Sorano (Tespiense Quartu), che ieri aveva portato il personale a 6,77 metri, oggi non è riuscito a migliorarsi e pur “carburando” nei primi tre salti di finale (6,55, 6,64, 6,70) si è poi spento chiudendo la gara con la misura di 6,70 metri, a soli 8 centimetri dal terzo posto. Nono posto invece con record sardo under 18 per Giulia Gramignano (Lib. Campidano) rimasta fuori dalla finale a 8 ma comunque in grado di migliorarsi lanciando il giavellotto a 41,09 metri (precedente della stessa atleta, 40,57 a Sassari il 21 settembre dello scorso anno). Primato personale anche per Elisa Argiolas (Amsicora) che nelle batterie dei 400 metri per la prima volta è scesa sotto il muro dei 60 secondi correndo in 59.72 (aveva 1:00.60 ottenuto l’anno scorso ad Ajaccio). Poca gloria per gli altri velocisti impegnati nelle batterie dei 200 metri: 23.33 (-0.5) per Nicola Davide Sanna (Atl. Oristano) e 26.71 (-0.2) per Ludovica Garlaschi (Cus Cagliari). Stasera in pista Porcu (triplo), Di Santo (alto) e Marongiu (3000) e, sul versante femminile, Pusceddu (Marcia 5 km), Zoccheddu (triplo) e Meloni (3000 metri).

Nelle foto di Andrea Usai e Giorgio Fenu, Sorano col suo allenatore Italo Perra e un suo salto in finale.

19-06-2015
  • Tricolori allievi: ai piedi del podio Us...

Tricolori allievi: ai piedi del podio Usai e Cicalò.

(alefloris) Doppietta ai limiti del podio per l’Atletica Valeria, col quarto posto per Andrea Usai nei 2000 siepi e il quinto di Stefano Cicalò nei 10 km di marcia nella prima giornata dei tricolori allievi e allieve su pista iniziati oggi all’Arena di Milano. Andrea Usai ha corso i 2000 siepi in 6:16.26, personale stagionale ma ben lontano dal record sardo da lui stabilito a Rieti l’anno scorso in 6:07.95, mentre Stefano Cicalò ha coperto la distanza dei 10 chilometri in 49.57.77, ben al di là dei suoi limiti fissati all’inizio della stagione quando migliorò il primato regionale di Andrea Agrusti marciando in 46:33.93. Personale migliorato di dieci centimetri nel salto in lungo (anche se vanta un 7,01 ventoso) per Enrico Sorano (Tespiense Quartu) che con la migliore misura di qualificazione (6,77 metri) gareggerà anche domani mattina alle 12,30 nella finale del salto in lungo. Nella stessa gara fuori al primo turno gli oristanesi Manuel Cadeddu (6,07) e Marco Carta (6,01). Nei 100 metri Gianpietro Fronteddu (Delogu Nuoro) ha superato il primo turno correndo la distanza in 11.25 (+2.0) e poi firmando il sesto posto nella finale B in 11.31 (+1.1). Domani in finale nel giavellotto (ore 11.10) vedremo anche Giulia Gramignano (Lib. Campidano) che oggi ha sfiorato il suo record isolano lanciando a 40,35 metri. A due passi dalla qualificazione la sua compagna di società Erica Piras, 33,28. Fuori dalle finali Martina Murru (Amsicora), 1:09.44 nei 400 hs, Tonia Piga (Shardana), 2:20.29 negli 800 metri, Anna Biancu (Atl. Olbia), 27,32 nel lancio del disco, Thaynara Tomasini (Amsicora), 5,16 metri (-1,5) nel salto in lungo, Riccardo Trudu (Lib. Campidano), 46,48 metri nel lancio del giavellotto.

Nelle foto di Andrea Pusceddu, da sinistra: Andrea Usai, Stefano Cicalò, Enrico Sorano, Marco Carta.

19-06-2015
  • Sassari - CdS Master. Gi Atleti Iscritti...

Sassari - CdS Master. Gi Atleti Iscritti

Il Comitato Regionale della Fidalsardegna pubblica l'elenco degli atleti iscritti a partecipare alle gare relative al Campionato di Società Master - Fase Regionale - in programma allo Stadio dei Pini di Sassari Sabato 20 e Domenica 21 Giugno. Alleghiamo l'elenco degli atleti iscritti.

Accesso Area Riservata
  • Area Riservata Società
  • Area Riservata Atleti
FidalSardegna © 2015